Cause, sintomi e trattamenti delle verruche plantari – Kill Foot Warts

La verruca plantare appare sul fondo del piede

Cos’è una verruca plantare?

Le verruche plantari sono piccole abrasioni che si trovano normalmente sotto la suola del piede e a volte sulle dita. A volte hanno un aspetto deformato e gonfio, nelle fasi iniziali sembrano piccoli punti neri.

Con lo sviluppo, il loro aspetto cambia, assumendo una forma a cavolfiore, di colore marrone. Inoltre, nel centro si trova un punto nero dovuto al sanguinamento. Per questo, a volte vengono chiamate punti neri.

Avere una verruca plantare può essere molto doloroso, perché il peso del corpo fa pressione sulla verruca, spingendola più all’interno quando si sta in piedi o si cammina. Le verruche possono crescere più profondamente nella pelle, fino a causare disagio e dolore.

Le verruca plantare a volte vengono chiamate duroni, crescono normalmente nella parte bassa del piede. Dato che crescono all’interno della superficie del piede, possono creare molto dolore e disagio. Le persone che lo hanno provato dicono che è come camminare tutto il giorno su un sasso.

I papillomavirus umani di tipo 1 e 2 (HPV) sono uasi sempre la causa delle verruche plantari.Questi virus si trasmettono facilmente da una persona all’altra attraverso il contatto diretto pelle a pelle o il contatto con superfici infette. Questi virus sono molto contagiosi. I virus HPV di tipo 1 e 2 proliferano in ambienti caldi e umidi, come le piscine o le docce.

A volte, piccole verruche plantari cominciano a crescere in un punto della superficie del piede, creando zone ricoperte di piccole verruche. A causa dell’aspetto a mosaico di queste piccole placche di verruche plantari, queste vengono anche chiamate verruche a mosaico.

Le verruche sono piuttosto comuni tra le persone con un sistema immunitario debole, come bambini, persone con immunodeficienza e anziani. L’infezione può essere trasferita facilmente col contatto diretto della pelle, se la verruca è aperta. Non solo può essere trasferita col contatto diretto pelle a pelle, ma può essere trasferita ad altri anche in zone pubbliche come bagni o piscina.

Non si tratta di pericoli a lungo termine, ma possono essere molto dolorose quando insorgono, a causa della pressione esercitata quando si cammina. Per togliere efficacemente una verruca plantare, normalmente serve un trattamento.

Sintomi di Verruca Plantare

La prima occasione di allerta quando una persona è infettata con una verruca plantare è un dolore nella zona affetta quando si cammina, a meno che non esistano altri problemi medici. Ad un controllo visivo, la suola del piede a un’escrescenza secca sgradevole, con maggiore sensibilità e dolore, specialmente quando si fa pressione.

Le verruche plantari crescono singolarmente o in gruppi, chiamati verruche mosaico. Normalmente hanno forma di cavolfiore, specialmente quando sono già ben sviluppate. Nel centro all’interno dell’escrescenza si trovano punti neri, causati dai vasi sanguigni congestionati. Le verruche possono provocare dolore, dovuto alla pressione esercitata quando si cammina, ma non sono dolorose nelle fasi iniziali della loro formazione. Nelle fasi iniziali, si notano solo delle escrescenze.

D’altro lato, i calli compaiono singolarmente. Sono piccoli, sodi e lisci. Hanno forma rotonda. Sono composti solo da pelle morta, più dura al centro. Possono provocare dolore o meno, a seconda del momento. Intorno ai bordi del cavallo, è possibile che si formino infiammazioni e rossore della pelle.

Cause delle verruche

La principale causa di questa noiosa infezione è il papillomavirus umano, o HPV. Il virus HPV cresce normalmente in zone calde e umide, come docce, bagni o piscine.

Si tratta di un agente patogeno molto infettivo che può sopravvivere anche senza un ospite per molti mesi. L’unico modo per contrarre questa infezione è il contatto diretto con una persona o con un oggetto già infetto. Un esempio è l’utilizzo di oggetti personali di una persona infetta, come un asciugamano.

Il rischio di contrarre questa infezione aumenta se ci sono ferite, abrasioni o altri danni alla pelle. Per esempio, se una persona infetta da verruca plantare cammina a piedi nudi sul pavimento e un’altra persona cammina negli stessi punti a piedi nudi, c’è un alto rischio che la seconda persona contragga l’infezione, perché parti del virus vengono rilasciate sulla superficie su cui la persona infetta ha camminato. I rischi aumentano se esistono ferite aperte.

Trattamento e rimozione verruche plantari

Le verruche plantari non costituiscono un pericolo a lungo termine. A volte possono essere dolorose, ma non c’è nulla di cui preoccuparsi: è sufficiente trattarle. Le verruche plantari non sono cancerogene, ma possono dare molto fastidio, a volte, un peso da cui cercare rimedio per eliminarle. Esistono vari trattamenti a disposizione per curare queste lesioni.

All’inizio, quando le verruche plantari fanno male (a causa della pressione esercitata sui piedi quando si sta in piedi o si cammina), si può cambiare postura e appoggiare sull’altro piede, comunque non nella zona delle verruche. Tuttavia, questa scelta può dare disagio e dolore ai muscoli alle giunture.

In molti casi, le verruche spariscono da sole nel giro di qualche mese di qualche anno. Se le verruche fanno molto male, è meglio chiedere aiuto a dei professionisti.

Esistono trattamenti naturali contro le verruche. Alcuni trattamenti, però, richiedono tempo per essere completati. Rimedio domestico economico per le verruche, che funziona davvero, è potenziare il proprio sistema immunitario.

Scegliere cibi che rinforzino maggiormente il sistema immunitario. Puoi anche sfruttare il potere di alcune erbe antivirali, che ti possono aiutare a rinforzare il sistema immunitario per combattere le infezioni virali.

Un modo sempre a portata di mano per eliminare le verruche plantari è usare acido salicilico, che si può acquistare in una qualunque farmacia. Poi dovrai applicare questa sostanza alla zona interessata una volta al giorno. L’acido salicilico aiuta a disintegrare le cellule virali della verruca plantare. Servono circa quattro settimane perché la verruca plantare venga eliminata.

Nei casi più gravi, con verruche plantari diffuse che hanno già cominciato a causare dolore, si rendono necessari una terapia più aggressiva o un trattamento (come la crioterapia). Per questo bisogna rivolgersi a dei medici specializzati, come il podologo o il chiropodista.

La crioterapia consiste nel congelare le verruche plantari usando azoto liquido, che causa rigonfiamento intorno alla verruca. Appena la pelle è pronta a fuoruscire, la verruca viene rimossa in tutto o in parte.

Un altro modo per togliere le verruche plantari è la chirurgia col laser. Tuttavia, questo è un metodo un po’ più costoso rispetto agli altri. I vasi sanguigni nelle verruche plantari vengono riscaldati dalle pulsazioni del laser. Dopo il trattamento, la verruca si rompe da sola.

Un metodo naturale molto comune per togliere la verruca plantare, di cui si legge spesso, è il metodo di rimozione della verruca con nastro adesivo. Si mette un piccolo pezzo di nastro adesivo sulla verruca plantare, anche in combinazione con acido salicilico.

Pin It on Pinterest

>